Chiudi

Cinùria

Home / scaduto / Raccontiamola, la Calabria siamo noi!

Storie - scaduto

Raccontiamola, la Calabria siamo noi!

Raccontiamola, la Calabria siamo noi!

Descrizione: Raccontare la Calabria, in ogni modo possibile. Ognuno di noi può farlo, ognuno in maniera diversa e con diverse sensibilità. Con una foto che ritrae un paesaggio, attraverso un pensiero che passa per la testa, un documento, un video e, perché no, anche una poesia. “Quando fu il giorno della Calabria Dio si trovò in pugno 15000 km… e promise a se stesso di fare un capolavoro“, così uno tra i più grandi poeti e scrittori calabresi. Non vogliamo che questa Storia sia uno sfogatorio. Vogliamo mettere in luce, attraverso lo storytelling, il bene e il male di una regione ricchissima, anche di contraddizioni… Nella famosa lirica di Repaci il diavolo approfitta del sonno divino per assegnare alla Calabria calamità e necessità, così Dio, scaraventato il Maligno negli abissi per la collera, pronuncia le parole che seguono: “Questi mali e questi bisogni sono ormai scatenati e debbono seguire la loro parabola. Ma essi non impediranno alla Calabria di essere come io l’ho voluta. La sua felicità sarà raggiunta con più sudore, ecco tutto“.

Obiettivi: Dare vita ad un ritratto collettivo, composto dai contributi dei cittadini attivi di Cinùria. Nel caso vengano inviate foto si chiede di specificare nella descrizione la località e, se si ha voglia, un breve pensiero a margine. Un anno di tempo esatto, a partire da oggi! In fondo, è anche un modo per mettere in evidenza ciò che di bello abbiamo da offrire in vista dell’Expo…

Il Signore… si mise all’opera, e la Calabria uscì dalle sue mani più bella della California e delle Hawaii, più bella della Costa Azzurra e degli arcipelaghi giapponesi“. L’immagine di copertina, che riprende la Costa Viola con il Castello Ruffo di Scilla in lontananza, ne è una testimonianza.

Scaduta

Contributi alla Storia

Seleziona:

Ricerca Contributi

chiave
dal.. al..