Chiudi

Cinùria

Home / Storie / Ambiente / Associazione culturale fotografica “Ladri di Luce”

Storie - Ambiente

Associazione culturale fotografica “Ladri di Luce”

Associazione culturale fotografica “Ladri di Luce”

Descrizione: L’Associazione culturale fotografica “Ladri di Luce” nasce a Rende (Cosenza) il 26 gennaio 2011, dall’impegno di diciotto amici, legati tra loro dalla passione per la fotografia. Alla guida del gruppo c’è Domenico Mele, che insieme agli altri soci fondatori decide di usufruire del patrocinio della FIAF, la Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche. Attualmente, l’Associazione è rappresentata dal Presidente Valentina Blasi, e si riunisce ogni lunedì e ogni giovedì dalle ore 19:00 alle 20:00 presso la sede operativa, sita in via Silvio Pellico, all’interno del Tennis Club di Commenda di Rende, in provincia di Cosenza.

Tra gli scopi principali dei Ladri, come recita lo statuto, ci sono la divulgazione della cultura artistica e l’ampliamento degli orizzonti didattici: è per questo motivo che una parte importante delle energie dell’Associazione viene investita nell’organizzazione di corsi e seminari. Tra i più partecipati è possibile annoverare quelli di fotografia di base, di fotoritocco attraverso l’uso di Adobe Photoshop, di camera oscura, di astrofotografia, di macro, light painting e tanto altro ancora.
Con il primo anniversario dell’Associazione ricorso a gennaio 2012, si è dato il via anche al capitolo inerente le mostre. Numerose le esposizioni collettive organizzate in giro per la città, alcune supportate anche dalle istituzioni: è il caso dalla Provincia di Cosenza che a dicembre 2013 ha messo a disposizione un salone eccezionalmente evocativo, e prima ancora il Comune di Rende che, in occasione del Settembre Rendese 2012, ha permesso ai Ladri di calcare palcoscenici importanti per immortalare gli spettacoli presentati, poi, al pubblico del Museo del Presente.

Tra i momenti di crescita è doveroso annoverare anche le uscite sul territorio, per il quale i Ladri fanno promozione quotidianamente attraverso la condivisione delle immagini sui principali social network e attraverso i siti privati: decine le escursioni di interesse fotografico in così poco tempo, e tutte sempre molto partecipate. È il caso degli oltre novanta soci che sono partiti verso la Reggia di Caserta per ammirare le fotografie di Henri Cartier-Bresson ospiti presso il palazzo reale campano, o il campeggio in località Macchialonga della Sila Grande per dedicarsi insieme alla fotografia paesaggistica e alla tecnica dello star-trail, o ancora la gita al Carnevale di Putignano, le esplorazioni del Parco Nazionale del Pollino, la passeggiata nell’antico borgo di Rende paese insieme agli amici dell’Associazione “Tradizione e futuro” che hanno fatto da guida, e tanto altro.

L’Associazione culturale fotografica “Ladri di Luce”, inoltre, organizza concorsi a cadenza regolare tra i soci, per imparare a confrontarsi su un tema comune; collabora attivamente con numerose altre associazioni (artistiche e non); crea ogni anno un calendario fotografico finalizzato all’ingresso della cultura fotografica nelle case di tutti; partecipa attivamente ai festival circostanti; divulga la storia dei fotografi del passato e dei film di interesse fotografico; allestisce il mercatino dello scambio e dell’usato fotografico; partecipa alle attività della federazione FIAF supportando in particolare la “Mostra dell’anno”, il progetto nazionale “Statale 18” e il concorso “Giovani Fotografi Calabresi”, e ottiene annualmente numerosi riconoscimenti per le attività in programma.

Obiettivi: Fornire ai cittadini gli strumenti adatti affinché l’arte e la fotografia divengano argomenti popolari.

 

Scaduta

Contributi alla Storia

Seleziona:

Ricerca Contributi

chiave
dal.. al..